Buonvento: La nascita del prototipo

Ho avuto il piacere di essere contattato, grazie all’architetto Rodolfo Foschi, da Alfredo Soda, il primo costruttore ed armatore del Buonvento. Trascrivo fedelmente in questa pagina la bellissima lettera – edita con la macchina da scrivere – ricevuta insieme alle fotografie che potete vedere pubblicate in altre sezioni di questo sito. Grazie Alfredo per la tua cortesia!

Silvia Calamai, Rodolfo Foschi  ed Alfredo Soda a bordo del prototipo
Silvia Calamai, Rodolfo Foschi ed Alfredo Soda a bordo del prototipo

In uno dei tanti giri per cantieri, in compagnia dell’architetto Foschi, si parlava di costruzione di barche. Io, che non riesco a stare zitto, gli dico che dopo avere aggiustato le barche per gli amici, mi sentivo di avventurarmi nella costruzione di una piccola barca non molto impegnativa. Mi parlò del progetto, già pronto sul tavolo, di un piccolo cabinato a vela. La conversazione finì lì.

Dopo qualche tempo, l’architetto Foschi mi telefonò, incaricandomi di fare una ricerca di mercato sui materiali (compensato, resina, tessuti etc.) ed il preventivo dei costi per la realizzazione del prototipo. La cosa iniziò ad appassionarmi e così, in breve tempo, ebbi in mano il preventivo di massima.

Ci recammo a Roma presso la redazione di Bolina, parlammo con il compianto Giorgio Casti e gli mostrammo il preventivo. Dopo avere dato un’occhiata allo stesso, ci disse senza esitazione che la costruzione l’avrebbe sponsorizzata Bolina e che dopo la prova in mare del prototipo sarebbe stato pubblicato un manuale per gli autocostruttori.

L’impegno comune era di dimostrare che una persona, dotata di un minimo di capacità manuale, seguendo le istruzioni del libro e con pochi arnesi a disposizione, avrebbe potuto costruire il Buonvento ed avere la gioia di farla navigare.

La costuzione del prototipo è durata un anno dal primo taglio al varo.

Le ditte interpellate al tempo non furono certo insensibili a questa iniziativa. Ricevetti molti utili consigli nonché degli sconti particolari. A Loro un mio particolare ringraziamento.

Ringrazio l’architetto Foschi per avermi affidato i disegni del Buonvento.

Ringrazio tutta la redazione di Bolina (il compianto Casti in testa) per la fiducia mostrata nei miei confronti nell’avermi affidato la costruzione del prototipo. Spero di avere realizzato quanto era nei loro sogni ed in quelli dei futuri costruttori.

A tutti coloro che si  aventurerannno nella costruzione del Buonvento va il mio augurio di buon lavoro e, soprattutto, di Buon Vento!

Alfredo Soda

 

About Elio De Petris

Elio De Petris | Programmatore

View all posts by Elio De Petris →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *