Buonvento: Le note finali sulla realizzazione del prototipo

L’amico Alfredo Soda termina il racconto su come è stato realizzato il prototipo Buonvento, comunicandoci alcune interessanti note ed i preziosi consigli: La sua grande esperienza resa disponibile a tutti noi. Buona lettura a tutti.

Siamo alla fine di questa serie di chiacchiere sulla nascita del Buonvento (vedi articolo: Buonvento: La nascita del prototipo), la costruzione (vedi articoli: Buonvento: Come abbiamo resinato il prototipo Buonvento: Scartatura, stuccatura e finitura del prototipo Buonvento: Il prototipo in cifre) ed il varo del Buonvento (vedi articolo: Buonvento: Il varo e la prova in mare del prototipo) e scrivo alcune note finali sulla costruzione.

Dopo avere scartato tutta la barca date una prima mano di fondo epossidico. Conviene, subito dopo, fare tutti i fori delle attrezzature di coperta. Arrivati a questo punto date un secondo strato di fondo epossidico di spessore piuttosto consistente.

N.B. Questa operazione, ovvero la stesura del secondo strato di fondo epossidico con spessore consistente, è molto importante perché isola totalmente il compensato dagli elementi esterni, non ultima l’acqua di mare!

Terminata questa operazione scartate e verniciate. Avete una gamma pressoché infinita di scelta tra le vernici disponibili in commercio. Per la verniciatura del prototipo abbiamo utilizzato un a vernice oleosintetica, che costa poco. Ogni anno si può dare una rinfrescata alla verniciatura e stare tranquilli.

Terminata la verniciatura, montate le attrezzature di coperta ed a protezione dei fori non usare il silicone, ma il poliuretano in pasta, quello che comunemente viene chiamato Sika.

È giunto il grande ed emozionante momento! Fate caena ed andate in acqua a godervi il vostro capolavoro.

Nota a margine: Nel numero di Luglio Bolina annuncia la pubblicazione del manuale del Granvento. Si tratta della sorella maggiore del Buonvento, una barca di 6,80 metri, quindi più comoda. Ho costruito il prototipo in compagnia dell’Architetto Rodolfo Foschi, che ne è il progettista. La barca è quasi pronta e fra non molto andrà in acqua per le prime prove. Il metodo di costruzione è il solito, quindi inutile dilungarsi sull’argomento, per cui vi rimando al manuale.

Spero che queste pagine vi siano utili nella realizzazione del vostro sogno navigante…

Buonvento a tutti

Alfredo Soda

About Elio De Petris

Elio De Petris | Programmatore

View all posts by Elio De Petris →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *