I dettagli sulla costruzione di Osborn di Lorenzo Forte

buonvento-boat-i-dettagli-sulla-costruzione-di-osborn

Lorenzo Forte mi ha inviato un documento in cui descrive i dettagli costruttivi di Osborn. Alcune soluzioni adottate sono particolarmente interessanti e possibili fonti di ispirazione per la costruzione della propria barca, Qui di seguito è riportato integralmente quanto scritto da Lorenzo. Buona lettura!

 

Fiancata di sinistra

Ho creato una pratica tasca che collega la paratia dell’albero a quella della poppiera. Ho creato due nicchie all’altezza giunzione coperta fiancata. Della di sinistra ospita il quadro elettrico di comando: Tensione batteria, presa USB e 12Vdc., comando luci di servizio (con fusibile auto-armante), luci di via navigazione notturna (con fusibile auto-armante), prese di servizio (con fusibile auto-armante), alimentazione VHF. La fiancata di dritta ha invece una nicchia aperta per l’istallazione del VHF.

Quadro di potenza

Sezionatore presa di Banchina, Stacca batterie, Alimentazione circuiti barca, Inverter corrente di banchina pannello solare. Tutto è stato dimensionato in relazione alle esigue potenze in gioco per una barca di queste dimensioni. Ai lati del circuito di potenza sono posizionate due prese da 12 VDC.

Piede dell’albero

Particolare piede albero realizzato in acciaio Inox con cerniera a ribalta. Il piantone dell’albero come si vede alle altre foto è stato generosamente sovradimensionato e presenta la parte superiore svasata a circa 35°. Le staffe da 4mm del piede dell’albero che lo collegano al piantone prima di essere fissate con delle viti sono state piegate a 35°…praticamente per estrarle bisogna disfare metà barca. Nella foto si vedono anche i connettori rimovibili che collegano l’alimentazione delle luci di via e dell’antenna del VHF.

Tavolo a ribalta

Gavone che contiene il WC chimico

Il gavone stagno è fissato su un binario scorrevole che gli permette nella posizione chiuso di fungere da scaletta di ingesso e nella posizione aperta di utilizzare il Wc. Il gavone può comunque essere rimosso per accedere al portello posto sotto il pozzetto che permette di accedere al vano batterie. Questo vano è totalmente isolato dal dagli altri due gavoni di poppa a cui è possibile accedere esclusivamente dai portelli posti in pozzetto. Infatti le fiancate che compongono il pozzetto sono unite al fondo dello scafo rendendolo decisamente più robusto.

Fiancata di dritta. Tasca porta oggetti e alloggio VHF

Cuccette di prua

Boma interamente progettato e realizzato a mano

About Elio De Petris

Elio De Petris | Programmatore

View all posts by Elio De Petris →

2 Comments on “I dettagli sulla costruzione di Osborn di Lorenzo Forte”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *