il Motore fuoribordo

La corretta scelta del motore fuoribordo per una barca a vela in generale e per il Buonvento in particolare, non ha solo implicazioni sulla comidità di navigazione e nelle manovre di ormeggio, ma incide in modo determinante sulla sicurezza di chi è a bordo.

Se hai dei suggerimenti o delle informazioni su questo argomento usa il MODULO CONTATTI.

Il Buonvento deve essere equipaggiato con un motore fuoribordo a gambo lungo, a due o quattro tempi, da almeno 4 cv. Nella pratica, però, secondo le indicazioni ricevute da Silvano Lorenzon, un modello da 6 cv a quattro tempi rappresenta la scelta ideale. I due cv di incremento della potenza (che in fondo rappresenta un bel 50% in più) si fanno notare risalendo la corrente. Lo scotto che si potrebbe pagare – non proprio trascurabile per una barca di piccole dimensioni come il Buonvento – è che il motore fuoribordo da 6 cv potrebbe avere il serbatoio esterno del carburante esterno, che è invece quasi sempre integrato nel modello da 4 cv.

È importante che il motore fuoribordo sia dotato di caricabatteria incoprorato.